La Triennale Milano: la mostra Past Future, percorsi del craft design in Sardegna

La mostra è il frutto della collaborazione tra la Triennale di Milano e la Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato del turismo, artigianato e commercio, a cura di Giuliana Altea e Roberta Morittu. Guarda tutte le immagini su Designerblog

Nell’ambito della Design week è stata presentata in Triennale la mostra "Past Future. Percorsi del craft design in Sardegna". La mostra racconta gli intrecci e le interferenze creative fra tre momenti dell’artigianato in Sardegna: la produzione tradizionale, la rinascita promossa a metà Novecento dall’intervento di artisti e designer, gli sviluppi recenti. Benché esista nell’immaginario collettivo come paradiso estivo delle vacanze, la Sardegna è un variegato paesaggio culturale fatto di storia, di luoghi fisici e concettuali, di sentire comunitario, di cui l’artigianato occupa il centro.

È un paesaggio in cui passato e futuro si sovrappongono: la memoria del sapere artigiano è alla base della progettualità contemporanea. Past Future racconta questo dialogo tra situazioni temporali diverse attraverso oggetti, immagini, atmosfere visive e sonore: tappeti, arazzi e stoffe formano un “muro di stoffa” che evidenzia il ruolo fondante della tessitura nell’artigianato sardo, oggetti di epoche diverse, accostati, rivelano le loro affinità, una grande video installazione tessile e altri interventi su monitor evocano, tramite un mosaico di immagini e micro-racconti, le molteplici suggestioni della cultura e dell’ambiente sardo.

Già famoso ai primi del secolo per la sua bellezza austera, l’artigianato sardo si rinnova negli anni ‘50 con la nascita dell’I.S.O.L.A. (Istituto Sardo Organizzazione Lavoro Artigiano), agenzia regionale istituita nel 1957 per rilanciare il settore. L’attività dell’I.S.O.L.A., comprendente redesign dei manufatti, formazione degli artigiani, supporto alla produzione e commercializzazione, era per i tempi un modello all’avanguardia. Le Biennali I.S.O.L.A. furono, fino agli anni ’60, eventi di alto profilo, che attiravano visitatori e buyers da tutto il mondo. La lezione dell’I.S.O.L.A. ha ispirato altri episodi di collaborazione fra artigianato e design, tra cui il progetto DOMO (Compasso d’oro 2011), che, con più di 30 designer, 60 laboratori e 250 manufatti, ha indicato nuovi possibili scenari del craft design. In Sardegna il metodo I.S.O.L.A. continua a dare frutto nelle migliori produzioni degli artigiani contemporanei che interpretano in forme nuove lo spirito di una cultura antica.

Oggi che il discorso sull’artigianato ha riguadagnato un posto centrale nella pratica del design e nel dibattito culturale, chiamando in causa questioni come l’autenticità, l’attivismo e la sostenibilità, il “modello Sardegna” può diventare il punto di partenza per ripensare questi temi, offrendo soluzioni a problemi ed esigenze del nostro tempo. L’accordo di collaborazione tra la Regione Sardegna e la Triennale di Milano, rientra tra le azioni del progetto regionale di valorizzazione dell’artigianato quale elemento costitutivo del patrimonio culturale della Sardegna e declinazione del prodotto turistico territoriale.

credit image by Press Office Past Future - photo by Gianluca Di Ioia

Ti potrebbe interessare anche:

Outbrain